E’ primavera: alimentarci secondo natura

essere divenire Aprile 20, 2021 0 comments 0

La primavera è senza dubbio il periodo di rinascita interiore di ognuno. Nonostante le difficoltà sanitarie che stiamo attraversando, in fondo, in primavera siamo tutti un po’ più felici.

Allora perché non cercare di rinascere anche dal punto di vista alimentare? Provando nuovi sapori, sperimentando nuovi piatti e nuovi abbinamenti, sfruttando quello che la natura ci offre in questa fantastica stagione?

Per quanto riguarda i pasti primaverili, mi vengono in mente piatti freschi e leggeri come delle insalatone che possono contenere una fonte di proteine (carne, pesce, uova, formaggio magro, legumi come anche la soia o il tofu) e un cereale che fornisca carboidrati. Tra i cereali si può spaziare da pezzetti di pane tostato a riso (meglio se integrale o basmati), couscous, farro, orzo ma anche avena, bulgur, sorgo, teff, quinoa. Questi ultimi sono cereali in chicco che si prestano molto bene alla preparazione delle insalate.

Ultimamente vanno molto di moda le cosiddette “bowl” che, se preparate con le giuste quantità e proporzioni di alimenti, possono costituire un piatto fresco e sano anche da consumare fuori casa. Allo stesso modo delle insalatone, le bowl presentano una fonte proteica, un cereale e la verdura. In aggiunta ci possono essere anche semi, frutta fresca o secca per insaporire ulteriormente il pasto.

In alcuni casi già da ora, ma sicuramente nei prossimi mesi, inizieremo a trovare la frutta più colorata (e forse anche più buona) come fragole, albicocche, ciliegie, nespole, pesche, prugne… Questi frutti, come è noto, sono di colori diversi e ogni colore fornisce vitamine e sostanze antiossidanti differenti. La frutta gialla/arancione contiene il beta – carotene, precursore della vitamina A, che ha importanti attività a livello della vista e della pelle. Su quest’ultima, infatti, agisce come fotoprotettore e, non a caso, la natura ci fornisce la frutta di questo colore proprio quando le giornate iniziano a farsi più calde. I frutti di colore rosso, invece, contengono le antocianine, potenti antiossidanti che agiscono proteggendo soprattutto i vasi e il sistema cardiovascolare.

Anche nella verdura ci sono delle novità come gli asparagi e i fagiolini che possono essere utilizzati come contorni o anche all’interno delle insalatone.

Inoltre, in primavera il sole tramonta più tardi e si ha, quindi, la possibilità di fare anche qualche passeggiata (oltre all’attività fisica che già si pratica abitualmente), magari il pomeriggio al rientro dal lavoro o nel fine settimana. Non dimentichiamo che l’attività fisica, oltre ad aiutarci a mantenere la forma fisica e a scaricare la tensione accumulata, produce endorfine che ci faranno sentire sicuramente più allegri. Con l’aumentare delle temperature sarà importante anche bere molta acqua, almeno 2 litri per le donne e 2,5 litri per gli uomini per restare sempre ben idratati.

Il consiglio, quindi, è di affrontare la primavera carichi di voglia di fare, di impegnarsi magari a bere di più o a camminare un po’ di più e di consumare sicuramente frutta e verdura di stagione cercando di creare piatti fantasiosi e colorati che riflettano l’umore primaverile.

Dott.ssa Claudia Di Rosa

Leave your thought