E’ primavera: equilibriamo la mente

essere divenire Aprile 13, 2021 0 comments 0

Quando sentiamo il termine primavera molti di noi pensano agli alberi in fiore, alle giornate che si allungano, al clima che diventa più mite. La primavera come simbolo di rinascita, di risveglio dopo le tenebre ed il freddo dei mesi invernali. Ma le cose non vanno esattamente così, al contrario ciò che da calendario dovrebbe decretare sorrisi ed energia porta a molti di noi senso di spossatezza, nervosismo  ed in alcuni casi ansia e depressioneCerchiamo di capire meglio cosa succede e perché natura e genere umano non procedono esattamente di pari passo.

La giornate che si allungano e le temperature che si innalzano creano una sorta di squilibrio nel nostro corpo, la maggior esposizione alla luce infatti determina un aumento della produzione del cortisolo, noto ai più come “ormone dello stress”, che ha un effetto eccitante sul nostro sistema nervoso provocando irascibilità, disturbi del sonno, calo del tono dell’umore, stanchezza, inoltre nei soggetti predisposti a disturbi dell’umore o dello spettro ansioso può verificarsi una acutizzazione della sintomatologia.

Che fare? Come possiamo affrontare questi disagi e ripristinare l’omeostasi persa?

Possiamo iniziare creando delle routine (ricordo che chi soffre di ansia risente molto dei cambiamenti, quindi creare nuove abitudini può essere di aiuto) e cercando di essere regolari nelle nostre abitudini. Il clima più mite e le giornate più lunghe ci permettono di passare più tempo fuori casa (ove consentito, viste le diverse restrizioni dovute alla pandemia) approfittiamo per fare lunghe passeggiate, possibilmente sempre nella stessa fascia oraria.

Se siamo soliti praticare una forma di meditazione, potremo fare la nostra pratica all’aperto, se non abbiamo mai meditato potremmo iniziare (esistono diversi tipi di pratiche meditative tutte valide se praticate con impegno e costanza). La maggior parte delle meditazioni prevedono pratiche sul respiro, un potentissimo alleato sempre a nostra disposizione.

Pratichiamo uno sport , molte palestre offrono validissimi corsi online, alcune si sono attrezzate per svolgere attività motoria all’aperto (insomma non ci sono scuse, dobbiamo muoverci). L’attività motoria è un potentissimo ansiolitico edantidepressivo (quando ci alleniamo produciamo endorfine, responsabili dello stato di benessere e serenità che proviamo al termine di ogni allenamento).

Dedichiamoci costantemente ad un hobby (se non ne abbiamo uno è ora di iniziare a trovarlo).

Pratichiamo l’altruismo e la gentilezza verso il prossimo, un piccolo gesto , anche un semplice sorriso (non mi dite che avete la mascherina ed i sorrisi non si vedono, perché quando si sorride sinceramente sono gli occhi a sorridere e quelli li abbiamo ancora in bella vista).

Curiamo l’alimentazione e la giusta idratazione, frutta e verdura rigorosamente di stagione.

Dobbiamo essere i protagonisti delle nostre giornate, dobbiamo imparare ad ascoltarci e chiederci di cosa abbiamo bisogno per stare bene e se in questo periodo ci sentiamo soprattutto in preda alle emozioni negative ricordiamo due cose, in primis non siamo noi ma è il cortisolo ed infine l’emozione proprio per definizione ha un carattere transitorio, la tristezza e l’irrequietezza non saranno per sempre, impariamo a distaccarci e guardarle per quello che sono: transitori, prodotti del cortisololo!!

Entro poche settimane prendendoci cura di noi torneremo a sorridere pieni di energia.

Dott.ssa Elisa Bonanni

Leave your thought